Comune, Celli (CIVICA): "Se non fosse per le opposizioni l'aula sarebbe ferma"

25 Ottobre 2016
Commenti: 0
25 Ottobre 2016, Commenti: 0

L’attività dell’Assemblea Capitolina è ridotta all’osso a causa dell’inerzia di questa amministrazione che non produce delibere. I consigli straordinari sulla crisi del Centro Baobab e sul femminicidio sono stati convocati dietro richiesta delle opposizioni.  Le altre sedute hanno all’ordine del giorno mozioni ed interrogazioni quasi esclusivamente presentate dai partiti della minoranza. Se non fosse per l’iniziativa delle opposizioni, insomma, l’Aula verrebbe convocata una volta al mese, o anche meno”, lo ha dichiarato Svetlana Celli, capogruppo della Lista Civica #RomaTornaRoma in Assemblea Capitolina.

“L’amministrazione Raggi finora ha portato in Aula pochissimi provvedimenti e solo perché non poteva più rimandarli: variazioni di bilancio, delibera sull’ex Fiera di Roma, linee programmatiche. Allo stesso tempo il sindaco e la sua giunta sono sempre prontissimi a riempire i social network di annunci e denunce sui poteri occulti che intralcerebbero il loro lavoro, come la pericolosissima lobby dei frigoriferi usati”.

Una paralisi amministrativa che i cittadini percepiscono e che sta penalizzando fortemente i territori, compresi i municipi a trazione grillina. Dopo 4 mesi di nulla sarebbe opportuno che anche la maggioranza iniziasse a dare il proprio contributo alla gestione dell’Assemblea Capitolina e della città”.

Lascia un commento