Sport, Celli (CIVICA): "Nuovo regolamento impianti è occasione persa"

12 Gennaio 2017
Commenti: 0
12 Gennaio 2017, Commenti: 0

“La proposta del nuovo Regolamento degli impianti sportivi comunali, così come avanzata dalla Giunta, rappresenta l’ennesima occasione persa per ridisegnare il settore sport della Capitale”, lo ha dichiarato in una nota Svetlana Celli vicepresidente della Commissione Capitolina Sport.

“Innanzitutto – si legge – il Regolamento, per quanto costruito seguendo finalmente il nuovo Codice degli Appalti, registra un forte squilibrio tra pubblico e privato. Il secondo, infatti, ha solo obblighi e doveri – probabilmente perché ancora viene visto con sospetto – mentre il primo, la Pubblica Amministrazione dalla macchinosa burocrazia, non ha alcun limite od obbligo da rispettare. Una simile impostazione è estremamente miope e non tiene conto dei cambiamenti che si sono verificati negli ultimi anni nella gestione degli impianti sportivi e nella società italiana in genere. Il mondo delle Associazionismo e dell’imprenditoria sportiva si trova costretto sempre più spesso ad investire in prima persona per il miglioramento delle strutture date in concessione, intervenendo dove l’amministrazione non riesce ad arrivare”.

“Occorre poi rilevare – continua – la mancanza di una certezza ed oggettività delle regole. Il Regolamento definisce un contratto, in cui diritti e doveri dei due soggetti devono essere trasparenti e ben limitati. Il nuovo regolamento, invece, non contiene simili criteri univoci ed anzi garantisce un inspiegabile discrezionalità dell’amministrazione. Discrezionalità e trasparenza non vanno mai d’accordo”.

Lo sport a Roma – conclude – è un servizio che interessa direttamente 700.000 utenti e oltre 10.000 unità tra tecnici ed operatori, con un fatturato di svariati milioni di euro ed un indotto che coinvolge la vita economica dell’intera città. L’Amministrazione Raggi intende affossare una tale risorsa oppure valorizzarla investendoci sopra e stimolando un settore che, con la sua vitalità, può rappresentare un volano eccezionale?”.

Lascia un commento