Sport: "Su impianti, Comune in ritardo e senza visione"

27 Febbraio 2019
27 Febbraio 2019, Commenti: 0

L’attacco riservato in queste ore dal duo Frongia-Diario a una societa’ sportiva romana, la S.S. Lazio Nuoto, reo di aver criticato il bando prodotto dall’Amministrazione per la piscina di San Paolo, oltre ad essere di scarsa sensibilita’ istituzionale, con una gara ancora in corso, non riesce a coprire gli errori della Giunta Raggi. In tre anni questa Amministrazione ha avviato appena due bandi, su quasi 80 impianti con concessioni scadute. Continuando di questo passo ci vorranno appena 120 anni per mettere in regola l’intero settore e portare a casa tutti i bandi. Condivido pienamente la necessita’ di gare pubbliche per affidare le strutture, che devono essere la regola, ma contesto i criteri di valutazione dell’Amministrazione, che non garantiscono la qualita’ dell’offerta sportiva ai romani. Piuttosto che dare valore a un progetto sportivo di qualita’, vicino alle esigenze dei cittadini, si prediligono invece aspetti economici come la migliore offerta o, per assurdo, la frequenza negli interventi di manutenzione ordinaria. Poi esprimo perplessita’ per aver voluto iniziare la procedura dei bandi con una piscina, scaduta solo da tre mesi, ben funzionante, e non da altri impianti privi di concessione da oltre dieci anni e con maggiori problemi per la citta’. E se il buongiorno si vede dal mattino questo primo bando ci fa temere pessimi risultati. Perfino dalla maggioranza il presidente Diario, in una recente commissione, ha dichiarato che con questo bando ‘Non sono state recepite le nostre priorita’”, ammettendo di fatto ma senza protestare troppo che a decidere sono stati i tecnici degli uffici e non la maggioranza scelta dai romani’. Questo accade per l’assenza di scelte politiche forti e autorevoli. E lo dico sperando sempre di essere smentita da questa maggioranza, che prima o poi dovra’ dire alla citta’ cosa conta davvero, se la qualita’ dello sport per i cittadini o esclusivamente norme burocratiche al servizio di idee confuse”.
Cosi’ la capogruppo in Campidoglio della Lista Civica #RomaTornaRoma, Svetlana Celli.

Lascia un commento